Gianluca Sulli

Si è diplomato in clarinetto al Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara e laureato in “Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo” presso l’Università di Bologna.

Molti i riconoscimenti ottenuti negli anni della sua formazione, tra i quali si ricordano il Primo Premio assoluto nei Concorsi Nazionali di Acqui Terme, “A.M.A. Calabria” di Lamezia Terme, “Città di Ruvo di Puglia”; il 2° Premio (1° non assegnato) al Concorso Nazionale “F. Schubert” di Alessandria; 3° Premio ai Concorsi Internazionali “Riviera del Conero” di Ancona e “Città di Stresa”, e ai concorsi nazionali di Taranto e Grosseto.
Ricopre il ruolo di Primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, orchestra con cui si è esibito spesso come solista (in circa 40 concerti). Sempre nel ruolo di primo clarinetto ha collaborato con l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, l’Orchestra da Camera Italiana diretta da Salvatore Accardo, la City Chamber Orchestra of Hong Kong, l’Orchestra di Roma e del Lazio, l'Orchestra della Stagione Lirica Teramana. Di particolare rilievo sono inoltre le collaborazioni con i Solisti dell’Accademia Filarmonica Romana diretti da Giuseppe Sinopoli, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, l’Orchestra del Teatro La fenice di Venezia, I Solisti Aquilani, l’Officina Musicale, il Tosti Ensemble.

Si è esibito come solista con l’orchestra, in duo col pianoforte e in varie formazioni cameristiche in importanti stagioni concertistiche e prestigiose sale da concerto, quali: Queen Elizabeth Hall e Royal Academy of Music di Londra, Maggio Musicale Fiorentino, Ravenna Festival, Oratorio del Gonfalone, I.U.C. di Roma, Società dei Concerti “B. Barattelli” dell’Aquila, Biennale di Monaco di Baviera, Santa Cecilia’s Hall di Edimburgo, Schleswig-Holstein Musik Festival di Lubecca, McMillan Theatre e Columbus Centre di Toronto, National Recital Hall e County Hall di Taipei, International Chamber Music Festival di Canberra, Melba Hall di Melbourne, Tasmanian University – Conservatorium of Music di Hobart, ecc.

Ha registrato per la Bongiovanni (Il salotto strumentale italiano tra ‘800 e ‘900); per la Dynamic ha inciso un cd interamente dedicato alla musica cameristica di P. Hindemith; in duo con il chitarrista Marco Salcito ha registrato il cd Scaramouche pubblicato dalla Wide Classique; alcuni brani di questo cd hanno poi trovato pubblicazione anche dall’editore canadese D’Oz. Per la rivista Amadeus ha registrato un concerto inedito di Mercadante per due clarinetti, corno e orchestra con Fabrizio Meloni, primo clarinetto del Teatro alla Scala, pubblicato nel cd allegato alla prestigiosa rivista.

Ha effettuato registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI, la ABC australiana e la RTHK di Hong Kong.
Una parte significativa della sua attività riguarda le registrazioni di colonne sonore, per le quali ha collaborato con compositori come Ennio Morricone, Luis Bacalov, Ritz Ortolani, Nicola Piovani, Armando Trovajoli, Luigi Einaudi, Carlo Crivelli, ecc.
E’ stato docente di clarinetto presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento.
Ha tenuto master class di clarinetto e musica da camera all’Hobart Conservatorium, Tasmanian University, Wollongong Conservatorium, Victorian College of the Arts di Melbourne, Xavier College di Melbourne, Aletheia University di Taipei.

Dal 1996 al 2003 si è occupato della sezione organologica della Mostra Biennale “Liuteria nel Mezzogiorno” organizzata dall’ISMEZ, Istituto per lo Sviluppo Musicale nel Mezzogiorno; dal 2003 al 2007 è stato condirettore della Mostra.
Ha collaborato con l’AGIS di Roma e con l’Associazione Nazionale delle I.C.O. (Istituzioni Concertistiche-Orchestrali), per la quale ha curato la pubblicazione delle stagioni concertistiche 2003-2004.

Dal 2002 al 2004 è stato direttore del Centro Studi Musicali “Nino Carloni” dell’Aquila.
Dal 2004 al 2009 è stato Segretario Artistico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese.
Dal 2006 è Direttore Artistico della Società Filarmonica Ascolana.

Chiara Massini

Chiara Massini è nata nel 1971 a Roma, dove ha studiato pianoforte con il Maestro Enzo Stanzani e musicologia all' Università La Sapienza. Dopo aver frequentato diversi corsi al Mozarteum di Salisburgo, ha iniziato lo studio del clavicembalo e della prassi esecutiva della musica antica all' Università di Vienna, diplomandosi con lode sotto la guida di Gordon Murray ed Augusta Campagne.

La sua attività concertistica, sia da solista che in formazioni da camera, l' ha portata a suonare in prestigiosi teatri di città europee (tra cui il Musikverein di Vienna, Salisburgo, Barcellona, Roma, Berna, Innsbruck) così come in rinomati Festivals internazionali: Festival " Al Bustan" (Beirut, Libano); "Schloss Tirol festival" (Merano) "Hellbrunn Festival"(Salisburgo); "Oratorio del Gonfalone" (Roma); "Les Amis de L'Orgue de Rimouski" (Canada); "Alte Musikfestival Curitiba" (Brasile); "Wienerkammeroper" (Vienna); "Konzertreihe Cantus Firmus" (Solothurn- Svizzera); „Musikfestspiele Dresden" (Germania); „Soli Deo Gloria" (Reggio Emilia-Italia).

Del suo modo di suonare ed in particolare del suo primo CD " Toccata, Passacaglia, Partita" è stato detto: " [...] incredibile la quantità di sfumature che riesce a creare, senza mai cadere nel manierismo e puntando sempre al fine artistico e alla comunicazione. Sa parlare in prima persona, il suo dicorso è avvincente."
E' stata inoltre accollta con molto entusiasmo dalla critica tedesca che in occasione del suo ultimo Recital così ha scritto : „ Già dalla prima frase CM ha mostrato una personalità artistica fuori del comune, che ha fatto rivivere i brani dei compositori italiani tramite un fraseggio genialmente libero. [...] Il suo rubato, infatti, si inserisce in maniera organica nell' esecuzione, sostenuto da sicurezza stilistica e gioia di suonare [...] Massini è riuscita, combinando organicamente i diversi affetti, a creare arcate sensuali di tensione emotiva [...]".

Nell' Agosto del 2005 è stata invitata a suonare in Svizzera le Variazioni Goldberg di J.S.Bach, opera sucessivamente incisa nell' estate del 2006 per la casa doscografica Symphonia e che ha ottenuto un ottimo riscontro sia di pubblico che di critica: „[...] Massini mostra di esser capace di catturare pienamente l' attenzione dell' ascoltatore, coinvolgendolo sino alla fine (Alte Musik Aktuell)"
Nell'autunno del 2006 si e' inoltre esibita come solista nell' ambito dei „Concerti del Quirinale„ di Radio Tre.